Clistere di Caffè: Ecco Perchè

di | 21 Marzo 2016
foto by Internet - Colon
foto by Internet – Colon

Tratto dal Libro Guarire con il Metodo Gerson di Charlotte Gerson (Figlia di Max Gerson) e Beata Bishop (Scrittrice e Giornalista della BBC, Guarita da un Melanoma grazie alla Terapia Gerson).

Integrazioni, Titoli, Evidenziature, Adattamento, TEST e Commento di Paolo Cavacece

I Clisteri a base di Caffè, Ridicolizzati, Controversi e Dibattuti, vantano un’Origine Insolita nel diventare una Componente Fondamentale della Terapia Gerson. È risaputo che i Clisteri non sono una Prassi Terapeutica Innovativa.

Erano menzionati anche nel Manual of Discipline che risale a circa Duemila anni fa e che fa parte dei Dead Sea Scrolls. Inoltre anche in The Essene Gospel of Peace, un Manoscritto Aramaico del Terzo Secolo, si Consiglia la Somministrazione di Clisteri.

Perciò fin dai tempi più remoti i Clisteri sono stati usati come Metodo di Disintossicazione Generale. Tuttavia l’uso del Caffè come metodo per Aumentare l’Efficacia del Trattamento e Ridurre il Dolore risale solo agli anni della Prima Guerra Mondiale.

LA STORIA DEI CLISTERI AL CAFFÈ SECONDO IL DR. JERRY WALTERS
Un Sostenitore della Terapia Gerson, il dr. Jerry Walters, ripercorre la Storia di come si sia cominciato a Utilizzare il Caffè per i Clisteri:

“Durante la Prima Guerra Mondiale, la Germania era Accerchiata dalle Forze Militari Alleate e Molti Prodotti di Importazione erano Carenti oppure Mancavano Totalmente.

Fra questi anche le scorte di Morfina erano quasi alla fine e lo stesso valeva per il Caffè da bere. In aggiunta, mancavano anche Antidolorifici, Anestetici e altri Farmaci. Quando i soldati ritornavano dal fronte gravemente feriti e dovevano essere sottoposti a Interventi Chirurgici l’Anestesia disponibile era appena sufficiente per eseguire l’Operazione.

Ma quando l’effetto dell’Anestesia cominciava a Scemare, il Dolore diventava difficile da sopportare. In molti casi, dopo aver finito di Operare i medici ordinavano di fare ai Pazienti un Clistere di Acqua. Ma le infermiere cercavano disperatamente di fare qualche cosa di più per Alleviare il dolore che tormentava i soldati.

Per i chirurghi c’era sempre del Caffè pronto da bere. Spesso erano costretti a lavorare ventiquattro ore su ventiquattro e quindi avevano bisogno della Caffeina contenuta nel Caffè per rimanere Svegli. Talvolta rimaneva un po’ di Caffè. Sembra che una delle Infermiere abbia pensato che
se il Caffè faceva bene al chirurgo, forse avrebbe aiutato anche i Soldati.

Quindi le Infermiere rovesciarono un po’ del Caffè rimasto nel recipiente che serviva per fare gli Enteroclismi ai Soldati. I Soldati a cui fu Somministrato il Clistere a base di Caffè dissero di sentirsi meglio e che il Dolore era Diminuito.”

LO STUDIO DEI CLISTERI AL CAFFÈ SUI RATTI DEI DR. A.O. MEYER E M. HEUBNER
Questi Episodi Risalenti alla Prima Guerra Mondiale suscitarono l’Interesse di due Ricercatori, il Professore O.A. Meyer, e il Professore Martin Heubner, della Facoltà di Medicina dell’Università di Goettingen in Germania.

Durante gli anni Venti del Novecento, questi due Professori studiarono a fondo gli Effetti della Caffeina sui Ratti quando era Somministrata per via Rettale. Essi osservarono che i Clisteri a base di Caffè Stimolavano l’Apertura delle Vie Biliari delle Cavie.

I Risultati delle Ricerche furono Pubblicati in Alcuni Periodici Medici Tedeschi.

Fu coì che il dottor Max Gerson introdusse nella sua Terapia un Programma di Disintossicazione a base di Clisteri di Caffè. Lo stesso Procedimento è Valido ancora oggi.

LO STUDIO SCIENTIFICO DEL PROF. HAROLD W. MANNER SUL CLISTERE AL CAFFÈ
In occasione di una Conferenza sulle Terapie Antitumorali tenutasi nel 1985 a King of Prussia in Pennsylvania, lo Specialista in Terapie Alternative contro i Tumori, Harold W. Manner Ph.D., Analizzò gli Effetti Interni del Clistere a base di Caffè.

Egli Annunciò al Pubblico che ne aveva appreso le Azioni Fisiologiche dal dottor Max Gerson che ne aveva parlato almeno Trent’anni Prima.

RISULTATI DELLO STUDIO
La Soluzione di Caffè, Inoculata anche Due Volte al Giorno, deve Restare nell’Intestino per un Intervallo di Tempo Ottimale che va dai 12 ai 15 minuti, considerando che tutto il Sangue presente nell’Organismo passa attraverso il Fegato ogni 3 minuti.

I Vasi Emorroidali si Dilatano per Contatto con la Caffeina e a sua volta si Dilata anche la Vena Porta del Fegato. Simultaneamente le Vie Biliari si Espandono per Effetto del Sangue, Aumenta il Flusso della Bile e i Muscoli Lisci di questi Organi si Rilassano.

Gli Elementi che Compongono il Sangue si Disintossicano mano a mano che questo Fluido Ricco di Caffeina passa attraverso il Fegato. L’Acqua Trattenuta nell’Intestino Stimola il Sistema Nervoso Simpatico favorendo la Peristalsi. L’Acqua Introdotta attraverso l’Intestino Diluisce la Bile e ne Aumenta anche il Flusso.

La Detossificazione della Bile è Stimolata anche dal Catalizzatore Enzimatico noto ai Fisiologi con il nome di Glutatione S-Transferasi (GST).

Il Tenore della GST Presente nell’Intestino Tenue Aumenta del 700% con un Ottimo Effetto Fisiologico perchè Reprime i Radicali Liberi. I Radicali Liberi allora Abbandonano il Fegato e la Cistifellea man mano che i Sali Biliari si riversano nel Duodeno. La Peristalsi Spinge i Sali Biliari nell’Intestino facendoli Attraversare l’Intestino Tenue, il Colon e infine li Spinge Fuori dal Retto.

L’OBIETTIVO DEL DR. MAX GERSON
L’obiettivo del Dr Max Gerson nel Prescrivere una Dieta a base di Frutta, Verdura e Cereali Integrali Povera di Sodio, Ricca di Potassio e di Micronutrienti, era quello di fornire tutti i Nutrienti, quelli Noti e quelli ancora Sconosciuti, Necessari all’Ossigenazione Cellulare e alla Relativa Produzione di Energia.

Ambienti Ricchi di Potassio e Poveri di Sodio tendono a riportare alla Normalità la Configurazione delle Macromolecole Cellulari e a migliorare la Struttura dell’Acqua e il suo Tenore.

La Restrizione Contemporanea di Proteine Animali Prevista dal dottor Gerson per la Cura di Pazienti affetti da Malattie Degenerative fu utilizzata anche alla fine del Diciannovesimo Secolo per Favorire la Riduzione dell’Edema Cellulare.

COMMENTO

La Pratica e le Dosi per Preparare Correttamente il Clistere di Caffè è Specificata nell’Articolo Digiuno Terapeutico e i suoi Effetti Benefici, come quelli al Bicarbonato, al Limone, al Fieno Greco, all’Equiseto, alla Camomilla, all’Olio o anche Solo di Acqua Pura, sono Riscontrabili Non solo per quanto Scientificamente Provato dai Medici della Medicina Ufficiale o anche solo dai Nostri Nonni ma anche da Numerosi e Semplici Test Personali.

Sperimentare su se Stessi è quanto di più Auspicabile ci sia, senza Timore, Imparando così a Conoscere il proprio Corpo. Gia dopo la Prima Volta si Proveranno Benefici Immediati (Benessere Generale) anche per l’Espulsione dal Colon di Incredibili Quantità di Muco Rappreso e Tossine ..

Paolo Cavacece

SE HAI TROVATO L’ARTICOLO UTILE NON RINGRAZIARE FAI UNA DONAZIONE
Studi, Ricerche e Spese per Test e Sperimentazioni sono Esclusivamente a Carico del Sottoscritto in quanto Ricercatore Libero, Indipendente e Non Sponsorizzato da Alcuno, per questo sono Bene Accette Donazioni a Supporto che possono essere Effettuate con:

1) Bottone
Donazione in Alto a Destra del Sito (PayPal)
2) Bonifico Intestato a Paolo Cavacece IBAN:
IT47F03268223000EM000089041
3) PostePay Intestata a Paolo Cavacece CARTA N°:
4023600928539008.

Paolo Cavacece

Non Visito e Non Curo perchè Non sono medico ma Promuovo Semplicemente alcuni Principi dell'Alimentazione Naturale Evoluta dell'Uomo e Faccio Ricerca e Sperimentazione Autonoma circa l'Impatto Glicemico degli Alimenti sul Nostro Organismo ...

Altri Articoli - Sito Web

SEGUIMI
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusStumbleUponYouTube

Un pensiero su “Clistere di Caffè: Ecco Perchè

  1. cesare

    Un clistere al caffè è da considerarsi utile anche per chi non ha più la cistifellea?
    Grazie

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.