Fieno Greco

di | 16 Ottobre 2015
Fieno Greco in Semi

Fieno Greco in Semi

INCREDIBILI PROPRIETA’ ANTI-OSSIDANTI E ALCALINIZZANTI
E’ un pò che la Mattima al posto della Colazione Liquida (Spremuta di Arance o Frutta Acquosa di Stagione) Assumo 400ml di Tisana di Fieno Greco. Quest’oggi ho voluto Controllarne i Valori ORP (Oxidation Reduction Potential, detto anche REDOX – REDuction e OXidation, insomma il Potere Anti-Ossidante) con il mio ORP Tester Elettronico e ne ho compreso Scientificamente le sue Straordinarie Proprietà:

Potere Anti-Ossidante: – 125 (Alto!)
pH: 9,32 (Altissimo, Alcalinizzante!)

VALORI ORP
➔ Un Valore Negativo dell’ORP denota una Soluzione di tipo Anti-Ossidante: più Alto è il Numero Negativo (-), più l’Alimento Risulta AntiOssidante; al Contrario: più Alto è il Numero Positivo (+), più l’Alimento è Ossidante.

VALORI pH
➔ Ricordo che al disopra del valore 7 Compreso, la soluzione è BASICA (o Alcalina); al di sotto del valore 7, la soluzione è ACIDA. (Articolo Completo sull’Equilibrio Acido/Basico, QUI)

➜ Articolo Il Potere Anti-Ossidante degli Alimenti (Tabella Liquidi), QUI

TRIGONELLA FOENUM GRAECUM
Il Fieno Greco (Trigonella Foenum-Graecum) è una pianta della Famiglia delle Fabaceae (sottofamiglia Faboideae).

Il nome Trigonella si riferisce alla forma Triangolare dei Semi, il Nome Specifico Fieno Greco si riferisce invece al suo Uso, infatti nell’Antichità, era Destinato alll’Alimentazione del Bestiame. Il Componente Caratteristico del Fieno Greco è la Trigonellina Contenuta all’interno dei Semi.

PRINCIPI ATTIVI
Semi e Foglie sono Ricchi di Alcaloidi (Trigonellina, Genzianina, Colina), Vitamine (PP, complesso A, B, C e D), Amminoacidi (tra cui Lisina e Triptofano), Sali Minerali (Ferro, Fosforo, Calcio) e la Lista sarebbe ancora Lunga ..

PROPRIETA’
I Semi di Fieno Greco presentano Spiccate Proprietà Anaboliche, Stimolanti Neuro-Muscolari, Antianemiche e Osteogeniche (Favorisce il Processo di Formazione del Tessuto Osseo). Tali Proprietà lo rendono un Importante Prodotto Dietetico-Terapeutico. Il Fieno Greco Influisce Positivamente sul Metabolismo, determinando un Miglioramento dello Stato Generale.

AZIONE IPOGLICEMIZZANTE
Il Fieno Greco possiede anche un’Azione Ipoglicemizzante da attribuire principalmente alla Componente Fibrosa (oltre che alla Trigonellina, alla Cumarina, all’Acido Nicotinico e al Nicotinamide), inoltre, essendo le Fibre Indigeribili, la formazione di una Massa Mucillaginosa rende più Veloce il Transito Intestinale e così si determina una Minore Quantità di Glucosio Disponibile per l’Assorbimento.

AZIONE IPOCOLESTEROLOLEMIZZANTE
I Semi di Fieno Greco possiedono un’Azione Ipocolesterolemizzante, infatti, agendo favorevolmente sul Metabolismo Lipidico, regolano la Concentrazione del Colesterolo Ematico.

AZIONE EPATOTROPA
Il Fieno Greco ha anche un’Azione Epatotropa, dovuta alla presenza di Fattori Epatoprotettivi, e per questo è Utile nella cura di quasi tutte le Affezioni Epatiche, dalla semplice Insufficienza ai Processi Degenerativi. Gli Acidi Grassi infine agiscono regolando l’Omeostasi Lipidica e Diminuendo il Tasso di Colesterolo Epatico.

AZIONE ANTINFIAMMATORIA ED EMOLLIENTE
Il Fieno Greco ha anche un’Azione Antinfiammatoria ed Emolliente, è Indicato nelle Dispepsie, nella Stitichezza Cronica e nelle Forme Infiammatorie dello Stomaco e dell’Intestino.


Tratto da “fienogreco.it” – Elaborazione, Integrazioni, Titoli e Riassunto di Paolo Cavacece.

DIGIUNO TERAPIA
Il Fieno Greco proprio per tutte le Sopra-Elencate Proprietà è Fondamentale nel Digiuno sia come Tisana da Bere che come Liquido per il Clistere.

➜ PREPARAZIONE DELLA TISANA
Portare a Ebollizione 2,5 Litri di Acqua Leggera e allora Aggiungere 3 Cucchiai e Mezzo Abbondanti di Semi di Fieno Greco (precedentemente Sciacquato in Acqua Corrente) e far Bollire per 15 minuti e poi Filtrare.

Una Volta Filtrata dovrebbero restare 2 Litri precisi di Tisana poichè i Semi durante l’Ebollizione Assorbono parecchia Acqua.

CLISTERE MATTUTINO PER IL DIGIUNO
Usare 2 litri di Tisana Tiepida (36,5/38° misurati nella Pentola), quando poi viene Versata nel Contenitore del Clistere la Temperatura scende intorno ai 37° (Perfetta).

TISANA
La Mattina a Stomaco Vuoto Assumere circa 400ml. di Tisana Calda che è possibile Dolcificare con un pò di Miele. Dal Pomeriggio in poi è preferibile Non Aggiungere di Melassa Nera (o Miele per i Vegetariani) per coloro che hanno Problemi di Peso.

Paolo Cavacece


Paolo Cavacece

Non Visito e Non Curo perchè Non sono medico ma Promuovo Semplicemente alcuni Principi dell'Alimentazione Naturale Evoluta dell'Uomo e Faccio Ricerca e Sperimentazione Autonoma circa l'Impatto Glicemico degli Alimenti sul Nostro Organismo ...

Altri Articoli - Sito Web

SEGUIMI
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusStumbleUponYouTube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.