Frittata Vegan con Carciofi e Cipollotti

di | 30 Marzo 2016
Frittata Carciofi Vegan

foto by Paolo Cavacece – Frittata di Carciofi Vegan

Questa volta vi Propongo questa Frittata Vegan con Carciofi e Cipollotti, Incredibilmente Gustosa che Piace a tutti e si Rivela anche un Piatto Completo di Proteine, Carboidrati, Minerali e Vitamine (anche se le Ultime vengono più che Dimezzate dalla Cottura).

ALTE TEMPERATURE DI ALCUNE RICETTE
Mi chiedono spesso perchè Pubblico maggiormente Ricette che fanno parte del 20-30% circa dell’Alimentazione Vegana/Vegetariana Tendenzialmente Crudista, cioè quelle che Prevedono Cottura in Modo Conservativo e Non, il restante 70-80% si sà riguarda il Cibo Crudo, semplicemente perchè Risultano forse un pò più Impegnative che hanno bisogno di più Cura e Attenzione nel loro Svolgimento.

In fin dei Conti per il Crudo Basta anche una Bella Insalata Mista.

PRIMA DELLA FRITTATA, INSALATA CRUDA
Nella Presentazione di alcune Ricette che Presentano Cotture infatti, Premetto che il Piatto in questione come Minimo deve essere Preceduto da Abbondante Insalata Mista Cruda con Crescione, Rucola, Indivia, Lattuga, Valeriana, Tarassaco, Radicchio, Pomodori, Cipollotti, Germogli Vari, Ravanelli, Carote, Rape, Cetrioli, Aglio … (Scegliere 3/4 Tipi di Verdure Miste), Condita con Olio Evo e Succo di Limone o Aceto di Mele Non Filtrato e Non Pastorizzato.

Consiglio Inoltre, che alcune Ricette che Presentano Cotture ad Alta Temperatura al Forno (come questa Frittata), debbano essere Ridotte al Minimo, diciamo Una Tantum ma nonostante ciò continuano ad arrivarmi E-Mail circa la Dannosità di tali Cotture con Relativo Pericolo di Acrilammide o per le Cotture con il Forno a Microonde, etc..

PROBLEMATICHE RELATIVE ALLA COTTURA DEL CIBO
Ho Redatto molti Articoli Esaustivi e Corredati di Fonti Scientifiche circa le Problematiche del Cibo Cotto !!

Per questo Motivo in Futuro sarò Costretto a Cestinare tali E-Mail.

USARE LA CASELLA DI RICERCA DEL SITO
Consiglio prima di Scrivere in Privato di usare la Casella “CERCA NEL SITO” in Alto a Destra per Evitare di Esporre Concetti Ampiamente Trattati. Basta Cercare.

Andiamo alla Ricetta.

INGREDIENTI BIO (per una Teglia Tonda Anti-Aderente di 28/30cm di Diametro)
• 150gr Farina di Ceci
• 500gr Brodo Vegetale fatto in casa
• 3 Carciofi Romaneschi
• 2 Cipollotti Freschi
• Aglio, Prezzemolo, Timo e Rosmarino Liofilizzati
• Noce Moscata, Curcuma
• Pepe Nero e Verde
• Olio Evo (o di Riso)

PREPARAZIONE (Tutto senza Sale)
Frullare la Farina di Ceci con il Brodo Vegetale, la Noce Moscata Grattugiata, la Curcuma, Il Timo, il Rosmarino e il Pepe. Riporlo in un Contenitore con Coperchio e lasciare Riposare il Tempo di Preparare le Verdure.

Pulire e Tagliare i Carciofi a Julienne e i Cipollotti Freschi Affettati Sottilmente e metterli in una Placchetta con un Filo d’Olio Evo (o di Riso), Aglio e Prezzemolo Liofilizzati e Infornare a 180° fino a Metà Cottura. Fare Intiepidire.

Nella Teglia Tonda Anti-Aderente di 28/30cm di Diametro (o Padella con Manico Smontabile) Versare l’Olio Evo (o di Riso) e Spanderlo per tutta la Superfice, subito dopo la Pastella Liquida di Ceci, Rimestare e Disporre Uniformemente su Tutta la Superfice i Carciofi e i Cipollotti.

COTTURA
Infornare a 250° per 15 minuti circa (Attenzione, tutti i Forni sono Differenti, la Prima Volta Controllare Costantemente). Terminare la Cottura con Solo Grill a 300° per 5 Minuti. Controllare Costantemente Davanti al Forno.

Servire con un Filo di Olio Evo a Crudo e Magari un’altra Spolverata di Pepe al Mulinello.

Paolo Cavacece


AGGIORNAMENTI
06/05/2016 – Preparata anche con Zucchine Romanesche e Cipolla di Tropea al posto dei Carciofi e Cipollotti. Altra prelibatezza!


Paolo Cavacece

Non Visito e Non Curo perchè Non sono medico ma Promuovo Semplicemente alcuni Principi dell'Alimentazione Naturale Evoluta dell'Uomo e Faccio Ricerca e Sperimentazione Autonoma circa l'Impatto Glicemico degli Alimenti sul Nostro Organismo ...

Altri Articoli - Sito Web

SEGUIMI
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusStumbleUponYouTube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *