Il Fuoco: la Nostra Rovina?

di | 8 Gennaio 2015
Uomini Primitivi che accendono il Fuoco con 2 Bastocini di Legno per "Sfregamento"

Uomini Primitivi che accendono il Fuoco con 2 Bastocini di Legno per “Sfregamento”

Il Fuoco è un Fenomeno Chimico Familiare che ha Cambiato le sorti dell’Umanità.

In Male aggiungo.

LA PRESUMIBILE STORIA
Circa un milione e mezzo di anni fa gli Uomini Primitivi impararono a usare il Fuoco.

Probabilmente ne vennero a conoscenza per esempio, guardando un Albero Colpito da un Fulmine; ma avrebbero dovuto imparare ad Accenderlo e una volta ottenuto, sarebbe stato molto importante Alimentarlo per non farlo Spegnere, perché si sarebbe dovuto aspettare un nuovo Fortunato Evento per averlo di nuovo.

L’Attenzione a non far spegnere il fuoco era un’Attività talmente importante che la ritroviamo in moltissimi Rituali Religiosi nel corso della Storia Umana.

COME ACCENDERE IL FUOCO
Chiaramente non si sà con precisione quando gli Uomini Primitivi Scoprirono come Accendere il Fuoco, ma impararono sicuramente utilizzando le Selci, Pietre che emettono Scintille se Sfregate contro altre Pietre o Sfregando fra di loro due Pezzi di Legno Secchi, Scaldandosi per Attrito fino a Incendiarsi.

INIZIANO I GUAI PER L’UOMO
Così gli Uomini Primitivi iniziarono a Cuocere il Cibo e la loro Dieta basata su Frutta, Verdura Tuberi e Semi, si estese anche ad Alimenti che potevano essere Cotti come le Carni di Prede Animali, o Alimenti Derivati da Lavorazioni che Prevedevano la Cottura.

Ma il Fuoco poteva servire all’Uomo anche come Fonte di Riscaldamento, permettendo quindi di vivere anche in Climi per i quali non era nato, cioè quelli Freddi, potendo così Colonizzare Zone nelle quali “Non sarebbe mai potuto Sopravvivere”, data la sua Natura Morfologica, non essendo dotato infatti di “Protezioni” come una folta Pelliccia.

Oggi, anche se con Tecnologia più Avanzata, facciamo ancora le stesse cose: Cuciniamo con i Fornelli o Forni a Gas o Induzione e ci Scaldiamo per mezzo delle Caldaie, la cui fonte di Calore è sempre il Fuoco.

IL FUOCO PER LE ARMI
Gli Uomini Primitivi usarono il Fuoco oltre che Difendersi dagli Animali Predatori anche per Costruire Utensili e Armi per la Caccia come le Punte di Rudimentali Lance di Legno che venivano su di esso “Abbrustolite” per renderle più Dure e quindi più efficaci. Purtroppo il Fuoco è stato usato olre come Arma di Difesa anche come Terribile Arma di Offesa: dal fuoco Greco Bizantino al moderno Napalm, composto chimico Incendiario.

IL FUOCO PER GLI UTENSILI
Fondendo i Minerali nelle rudimentali Fornaci, gli Uomini impararono a Estrarre e a Lavorare il Rame, lo Stagno e successivamente il Ferro.

Con i Metalli si poterono costruire innumerevoli Oggetti: Gioielli, Recipienti, Armi come punte per le Lance e le Frecce decisamente più micidiali di quelle in Legno o Pietra, decretando così il Passaggio dall’Età della Pietra a quella dei Metalli.

IL FUOCO OGGI
Il Fuoco è entrato dentro ogni casa, come l’Acqua e l’Elettricità, il Calore generato dalla Fiamma, è diventato uno strumento a disposizione di tutti ed è in grado di darci una mano ad ampliare la gamma di Cibi Eduli a nostra disposizione, e questo come accennato precedentemente ci ha fatto deragliare dalla “Retta Via” Alimentare.

COTTURE DI COMPROMESSO
La Cottura Conservativa o Cottura Limitata o Cottura al Vapore, sono in Realtà tutte Soluzioni di Compromesso, che permettono una Dispersione Limitata dei Micronutrienti contenuti nei Cibi Naturali.

FOOD-ENZYME INCOMPATIBILI CON IL FUOCO

Il Primo Problema che pone il Calore del Fuoco in Cucina è la sua Completa Incompatibilità con i Food-Enzyme (Gli Enzimi del Cibo) che sono presenti in tutti i Cibi Naturali, quindi Vivi.

Gli Enzimi alla modesta Temperatura di 42/46°C, già Perdono Irrimediabilmente le loro Preziose Caratteristiche, Trasformando i Cibi che li contengono, da Magnifiche Fonti Nutritive in autentici Ladri di Vitamine, Minerali e di Vitale Carica-Enzimatica interna.

E’ lo stesso discorso del Micidiale Zucchero-Saccarosio in commercio, dove abbiamo 100% di Valori Nutrizionali Vuoti, 0% di Fibre, 0% di Vitamine, 0% di Minerali, 0% di Ormoni, e così andiamo a “Ridurre” i Cibi con la Cottura.

VITAMINE E MINERALI INCOMPATIBILI CON IL FUOCO
Il Secondo Problema è quello della Termolabilità delle Vitamine, come per esempio la C e la E, che vengono “Totalmente Perse”, mentre quelle del Gruppo B vengono Pesantemente Depauperate.

MINERALI ORGANICATI INCOMPATIBILI CON IL FUOCO
Il Terzo Problema è quello dei Minerali Organicati che, “Confezionati” pazientemente dalla Natura tramite la Fotosintesi Clorofilliana, con il Calore del Fuoco diventano Minerali Morti ed Inorganici, buoni solo come Concime per il terreno delle Piante che, col prezioso aiuto dell’Acqua Piovana e dei Microrganismi, riescono a Rispedirli nelle Foglie, nei Tuberi, nei Germogli, nei Fiori e nei Frutti, ricominciando così il Ciclo.

Con il Forte Calore persino gli Zuccheri Caramellizzano, i Grassi Creolizzano e le Proteine Coagulano …

Assistiamo dunque Inconsapevoli a una Totale Degenerazione dei Nutrienti a 360°.

PROTEINE ANIMALI
Le Proteine Animali Non sono da Includere in nessun caso nell’Alimentazione Umana, se non nella vera Emergenza del Montanaro che sta nella Baita e ha imparato a prendersi il Latte dalle Pecorelle e a Lavorarselo a Crudo, ma che le lascia Vivere fino alla fine dei loro giorni, o nell’emergenza dell’Esquimese che ha scelto di vivere in un Igloo a 50° sottozero, costringendosi ad Usare l’Amo, l’Arpione, la Fiocina e il Coltello, per poter Sopravvivere. Stiamo parlando però di un Pesantissimo Adattamento!

RIFLESSIONE SUL FUOCO

Mi chiedo se questa Strana Deriva Umana sarebbe esistita senza il Fuoco, se questa Forzata e Costante Evoluzione “NON RICHIESTA” della Nostra Specie, che ci ha portato a “Stravolgere” completamente le nostre Abitudini Alimentari, Sociali, Comportamentali e Territoriali portandoci, dopo la Scoperta del Fuoco a Cibarci di Animali, Scimmiottando i Predatori, per la qualcosa c’è stato bisogno di Forgiare Armi per ucciderli, Utensili per Sezionarli, Fuoco, Stoviglie e Condimenti per Mangiarli, sia Normale?

I Predatori lo fanno Naturalmente con le Zanne e con gli Artigli e senza bisogno di alcun Aiuto Esterno, perchè quello è il loro Cibo Elettivo!

Oggi per Mangiare questa tanto Bramata e Insanguinata Bistecca o Salsiccia o Petto di Pollo, abbiamo bisogno di Enormi Distese per gli Allevamenti, di Cruenti Mattatoi dove le Urla Strazianti delle Povere Bestie sono “Imbavagliate” dalle Tenebre della Notte, di Distributori di Parti di Bestie Sezionate per finire con il Nostro tanto Amato Macellaio di Fiducia.

E’ Normale che il Nostro Corpo sfornito di Pelliccia di Protezione, quindi Stra-Sicuramente nato per stazionare nella Fascia Equatoriale (un pò più sù e un pò più giù, per Semplificare: Centro Africa – Nord dell’America del Sud – Indonesia e Isole Limitrofe), dove la Temperatura è pressochè Costante e adattissima quindi alla Nostra Morfologia, sia stato costretto a Sopportare Temperature Fredde o addirittura Artiche, quindi a Incredibili Coperture per la Sopravvivenza, aiutato anche dal Calore del Fuoco?

➔ LA CAUSA DELLE CRESCENTI MALATTIE
Siamo l’Unica Specie Vivente in cui il Corpo Non ha Seguito anche “Morfologicamente” l’Evoluzione Sociale. Probabilmente siamo più Alti, forse un pò più Belli e Aggraziati, e qui ci fermiamo, ma noi ancora continuiamo Imperterriti nelle Sballate Abitudini Acquisite, continuiamo a Ingozzarci del Micidiale Zucchero Chimico non Esistente in Natura, così come del Sale, a Cibarci di Cadaveri di Animali Sgozzati (Stracotti per Aggiunta), a Riempirci di Alcol Illudendoci di Sopportare meglio il Freddo, ad Abbuffarci di Cereali Bianchi Super-Raffinati, a Riempire Carrelli dei Market di Schifezze Industriali e Chimiche, con il Risultato Finale di Offendere Brutalmente il nostro Corpo che Implora solo Cibo Naturale, Acquoso e Vivo.

➔ LA MEDICINA UFFICIALE NON CURA, TENTA SOLO DI “COPRIRE I SINTOMI”
Tutte le Malattie, negli ultimi anni sono Cresciute Verticalmente a Dismisura, sono divenute Incontrollabili, anche perchè chi ci dovrebbe Ufficialmente Proteggere, tutto fà tranne che Risolvere i Problemi all’Origine.

La Medicina dei Camici Bianchi, nel corso degli ultimi anni, ha notevolmente Migliorato la Tecnologia Applicata alle Strumentazione della Diagnostica, delle Sale Operatorie e del Pronto Intervento, ma Non Cura Una Sola Malattia all’Origine che sia “Una”, ma cerca invece di Coprirne i Sintomi con della Chimica Tossica e Acidificante quindi Dannosa e qualche volta Mortale!

Paolo Cavacece


Tratto da “Siamo Nati Frugivori e Poi?” by Paolo Cavacece; “Fuoco” by Francesca Turca (Treccani); “La Fame, l’Alimento e il Sovrappeso” by Valdo Vaccaro – Integrazioni, Elaborazione, Aggiornamenti, Traduzioni e Riassunti di Paolo Cavacece.

Paolo Cavacece

Non Visito e Non Curo perchè Non sono medico ma Promuovo Semplicemente alcuni Principi dell'Alimentazione Naturale Evoluta dell'Uomo e Faccio Ricerca e Sperimentazione Autonoma circa l'Impatto Glicemico degli Alimenti sul Nostro Organismo ...

Altri Articoli - Sito Web

SEGUIMI
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusStumbleUponYouTube

Un pensiero su “Il Fuoco: la Nostra Rovina?

  1. Attilio

    veramente è proprio il fuoco che consente l’utilizzo di gran parte dei cibi della dieta vegan (il pane crudo non si mangia). addirittura i sostenitori della dieta paleo (prevalentemente carnivora) per spiegare cosa va mangiato indicano “tutto ciò che può essere consumato crudo”. vorrei anche sapere come i vegano si pongono nei confronti degli animali cosiddetti “da compagnia”: se allevare, nel rispetto del benessere animale (magari alla stato brado), una mucca o una pecora per averne il latte viene considerato “sfruttamento dell’animale”, costringere una cane o un gatto fra le mura domestiche per appagarsi della sua compagnia cos’è? se i giusto posto per gli animali deve essere la “natura selvaggia” cosa ci fanno can e gatti nelle vostre case?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.