Vitamina D: Siamo Tutti Carenti ..

By | 2 Gennaio 2018
Integrazione Vitamina D

foto by Internet – Vitamina D: Tutti Carenti ..

PREMESSA SUGLI INTEGRATORI

Si sa, Non sono molto d’Accordo sull’Uso degli Integratori Alimentari anche se Vegani, Naturali e Prodotti con Tutte le Accortezze possibili per Non Risultare Tossici.

Contemporaneamente mi sforzo sempre di Non essere “Settarista” o con i “Paraocchi” e di Seguire il più possibile il Buon Senso “Meditato”.

Infatti Penso che Alcuni Integratori oggi siano Indispensabili, perchè le Nostre Abitudini Ancestrali sono Cambiate così come è Cambiata la Qualità dei Cibi che Mangiamo. Parlo della Vitamina D, della Vitamina C, ma anche degli Omega 3.

Proprio per questo mi sono ripromesso Intanto un Approfondimento per quanto riguarda l’Integrazione di Vitamina D, in realtà un Ormone Fondamentale per l’Uomo. Purtroppo da Millenni con il Cambiare delle Abitudini, l’Uomo ne è diventato Cronicamente Carente.

E questo è un Grosso Problema per la Salute.

VITAMINA D: UNICA FONTE IMPORTANTE IL SOLE

L’Uomo ha avuto Origine circa circa 2,7 Milioni di anni fa, e dopo Milioni di Anni è rimasto tale nonostante l’Evoluzione Continua della Specie.

Infatti il Nostro Progenitore, Viveva Nudo e la sua Vita si Svolgeva dall’Alba al Tramonto e poteva Assimilare così Giornalmente la Razione di Vitamina D attraverso i Raggi del Sole.

Vivendo Nudo riceveva un Ulteriore Beneficio: la Respirazione della Pelle, considerata il Terzo Rene. Oggi viviamo StraCoperti e nel Buio degli Edifici ..

MUTAZIONI DELLA PELLE
Nel corso dei Milioni di anni, per molteplici Motivi, l’Uomo si è Spostato nelle Varie Zone del Globo dalle più Calde alle più Fredde e il Nostro Meraviglioso Corpo non ha fatto altro che Adattarsi.

Pelle e Capelli Chiari per i Nordici per assimilare più facilmente il Sole (e quindi Vitamina D), Pelle e Capelli Scuri per gli Abitanti delle Fasce Tropicali per Difendersi dalla Troppa Esposizione ai Raggi del Sole e quindi ad un Eccesso di Vitamina D.

IMPOSSIBILE ASSUMERE VITAMINA D IN DOSI SUFFICIENTI DAGLI ALIMENTI
Contrariamente a Moltissime Vitamine e Minerali, Non è possibile Assumere Vitamina D in modo Sufficiente da “Razioni Normali” di Alimenti.

Infatti tolto l’Olio di Fegato di Merluzzo che con Solo 100gr si Assumono 10.000 UI (Unità Internazionale – Razione Giornaliera Fisiologica), per raggiungere la stessa “Razione Giornaliera” occorre circa un Chilo di Ippoglosso (Pesce dell’Atlantico Settentrionale), Sgombro, Carpa, Anguilla. Circa 2 Chili di Salmone, Storione, Uova di Gallina, Uova di Pesce, Coregone, Sgombro sott’Olio. Circa 4 Chili di Aringa, Sardina sott’Olio, Halibut, etc. e via via bisognerebbe Aumentare a Dismisura il Peso degli Alimenti da Assumere, che sono Prevalentemente di Origine Marina.

Impossibile Una Tantum, figuriamoci tutti i Giorni!

STUDIO INTEGRALE SULLA VITAMINA D E LA SUA INTEGRAZIONE

Dopo Accurata Ricerca ho Reperito in Rete un Approfondito ed Esaustivo Studio Condotto da una Task Force di Medici, dal Titolo Evaluation, Treatment, and Prevention of Vitamin D Deficiency: an Endocrine Society Clinical Practice Guideline, Pubblicato sul JCEM (The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism – dell’Oxford Academy – 1 July 2011) che nella Conclusione Suggerisce Dosi Alte di Vitamina D per l’Integrazione, fino al Raggiungimento di un Livello Ottimale nel Sangue.

La Task Force di Medici era composta da un Presidente, sei Esperti Aggiuntivi e un Metodologo. La Task Force non ha ricevuto alcun Finanziamento o Remunerazione Aziendale, quindi non avendo Secondi Fini Non era in Conflitto di Interessi. Puntualizzazione Importante.

LIVELLI OTTIMALI DI VITAMINA D NEL SANGUE
Range dei Laboratori di Analisi (circa).

CARENTE: Inferiore a 20ng/ml
INSUFFICIENTE: 21-30ng/ml
SUFFICIENTE: Oltre i 31ng/ml
MAX: 100ng/ml

OTTIMALE: 75-80ng/ml

Tutti i Popoli Occidentali stanno Abbondandemente sotto i 20ng/ml, spesso Molto-Molto Sotto e quindi Perennemente Carenti!

SUGGERIMENTO SCREENING VITAMINA D

Lo Studio Consiglia Analisi di Vitamina D (Test 25 (OH) D) per tutti coloro che hanno Malattie cosidette AutoImmuni e poi Rachitismo, Osteomalacia, Osteoporosi, Malattia Renale Cronica, Insufficienza Epatica. Sindromi da Malassorbimento: Fibrosi Cistica, Malattia Infiammatoria Intestinale, Morbo di Crohn, Chirurgia Bariatrica, Enterite da Radiazioni, Iperparatiroidismo.

Per Coloro che Assumono Farmaci: Farmaci Antinfiammatori, Glucocorticoidi, Farmaci per l’AIDS, Antifungini (es. Ketoconazolo), Colestiramina, Donne in Gravidanza e in Allattamento, Anziani con Storia di Cadute, Anziani con Storia di Fratture non Traumatiche (Spontanee), Bambini e Adulti Obesi (BMI> 30 kg/m 2 ).

Disturbi che Formano il Granuloma: Sarcoidosi, Tubercolosi, Istoplasmosi, Coccidiomicosi, Berilliosi, Linfomi.

Praticamente per Tutti!

LIVELLI DI INTEGRAZIONE DI VITAMINA D SUGGERITA DALLO STUDIO

Tenendo presente che l’Esposizione al Sole (Specialmente tra le ore 11:00 e le 15:00, momento in Cui I Benefici dei Raggi UVB – quelli che Sintetizzano la Vitamina D – sono Maggiori) in Costume da Bagno fin quando Inizia un Minimo Arrossamento della Pelle Equivale a Ingerire di Media ~20.000 UI di Vitamina D e che l’Esposizione al Sole delle sole Braccia e Gambe equivale a Ingerire ~3.000 UI di Vitamina D, si Suggerisce una Integrazione.

• RISCHIO CARENZA VITAMINA D: 6.000 UI o più al Giorno
• CARENTI E OBESI: 6.000/10.000 UI al Giorno

Lo Studio sulle Dosi Giornaliere ha Evidenziato che le Persone che hanno ricevuto 10.000 UI al Giorno di Vitamina D (D3) per 5 Mesi Non hanno avuto Alcuna Alterazione dei Livelli di Calcio nel Sangue e nell’Urina (Contrariamente a quanto Affermano Molti Medici).

METODO DELLO SCREENING

Il Semplice Metodo di Controllo Consiste nella Misurazione Iniziale dei Livelli di Vitamina D nel Sangue e Iniziando subito a Integrarla con 10.000 UI (Razione Media Ritenuta Fisiologica di un Uomo Esposto al Sole) Durante il Pranzo (meglio se assunta con un Grasso Vegetale Crudo (Olio), poichè è LipoSolubile.

Dopo i Primi Due Mesi si Effettua il Primo Controllo e così di Seguito e una volta Attestato in Modo Stabile il Valore di Vitamina D nel Sangue sui 75/80ng/ml, bisogna cercare di Mantenere questo Livello con circa 7.000/8.000 UI al Giorno, Controllandosi sempre ogni Paio di Mesi.

Lo Studio prende in Esame tutti gli Esseri Umani dalla Nascita alla Tardissima Età (compresi Lattanti e Donne in Gravidanza), Suggerendo la Razione Giornaliera secondo Fascia di Età e Condizione Corporea.

NOTA SULLE RICERCHE SCIENTIFICHE SULLA VITAMINA D
In Rete si Trovano molte Pubblicazioni di Ricerche Scientifiche della Medicina Ufficiale riguardanti i Benefici dell’Integrazione della Vitamina D su svariate Malattie cosiddette “Inguaribili”. Per esempio per la Sclerosi Multipla, per la Neurite Ottica, per Danni Vascolari Danni alla Mielina, sull’Artrite Reumatoide, sul Cancro, sulle Tiroiditi, sulla Fibromialgia, sul Parkinson, sulla Psoriasi e Vitiligine, etc..

Paolo Cavacece


Paolo Cavacece

Non Curo e Non Visito perchè Non sono medico ma Promuovo Semplicemente alcuni Principi Filosofici-Igienico-Salutisti di Alimentazione Vegana/Vegetariana e Faccio Ricerca e Sperimentazione Autonoma circa l'Impatto Glicemico degli Alimenti sul Nostro Organismo ...

Altri Articoli - Sito Web

SEGUIMI
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusStumbleUponYouTube

2 thoughts on “Vitamina D: Siamo Tutti Carenti ..

  1. Roberta Balestra

    Gentile Paolo,

    la seguo da tempo e la ringrazio per l’articolo, molto interessante. Mi ha convinto! sto già integrando con un prodotto molto interessante per le articolazioni e le ossa, Joint Vie (https://www.vegetology.com/supplements), con una formula vegana.
    Dopo il suo articolo, ho deciso che aumenterò la dose di vitamina D, prendendo magari il Vitashine™ Vegan Vitamin D3 2500iu Tablets, sempre della stessa casa
    Ho scoperto per caso questa società di integratori vegani (Vegetology, appunto) e desideravo condividerla con lei

    Cari saluti
    Roberta

    Reply
  2. Antonio

    Non siamo nati cavernicoli, perché non c’è mai stata nessuna “evoluzione”. Quella degli ominidi pelosi che si sono miracolosamente “evoluti” è una favola moderna, non diversamente da quella che vorrebbe le proteine animali quale alimento indispensabile dell’alimentazione umana. Consiglio la visione di questo sito: https://antidarwin.wordpress.com/.
    A parte questo, bisogna considerare che la vitamina D se assunta in eccesso è la più tossica in assoluto, quindi bisogna fare molta attenzione con gli integratori. Sarebbe molto meglio cercare di esporsi di più al sole, basterebbe un quarto d’ora al giorno, se non fosse che ormai anche quello è stato boicottato dalla pressoché perenne coltre di nanoparticolato metallico che ne filtra la luce, rendendo proibitivo il compito di poter sintetizzare quantià sufficienti di vitamina D. Viviamo in tempi difficili…

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *