Zucchero Raffinato: Il Veleno più Dolce di tutti

di | 10 Giugno 2015
Zucchero Raffinato - Il Veleno più Dolce di tutti

Zucchero Raffinato – Il Veleno più Dolce di tutti

Articolo apparso sul N°28 della Rivista Nexus New Times (Marzo-Aprile 2000 – pagg. 19-25), Redatto da William Dufty, Estratto dal suo Libro “Sugar Blues” (1975).

Evidenziature, Titoli, Adattamento, Integrazioni e Riassunto di Paolo Cavacece.

Una moltitudine di Comuni Disturbi Fisici e Mentali sono strettamente Collegati al Consumo di Zucchero Raffinato “Puro”.

PERCHÈ LO ZUCCHERO È TOSSICO PER IL CORPO
Nel 1957 il Dr. William Coda Martin tentò di rispondere alla seguente domanda: Quand’è che un Alimento è tale e quando invece è un veleno?

La sua definizione di “Veleno” era:
1) Dal punto di vista Medico: Qualsiasi Sostanza applicata al Corpo, Ingerita o Sviluppatasi all’interno del Corpo la quale Provoca o può Provocare Malattie.
2) Da un punto di vista Fisico: Qualsiasi Sostanza che Inibisce l’Attività di un Catalizzatore che sia una Sostanza Secondaria, Chimica o un Enzima che Attiva una Reazione.

Il Dr. Martin aveva classificato lo Zucchero Raffinato come Veleno poiché esso è stato privato delle sue Forze Vitali, Vitamine e Minerali. “Quello che resta consiste di Carboidrati Puri, Raffinati. Il Corpo non può utilizzare questi Amidi e Carboidrati Raffinati a meno che le Proteine, Vitamine e Minerali Eliminati non siano Presenti.

LO ZUCCHERO IN NATURA
La Natura fornisce questi Elementi a ciascuna Pianta in Quantità Sufficienti a Metabolizzare i Carboidrati della Pianta in questione; non vi sono altri Carboidrati Aggiunti in Eccesso.

L’ENERGIA VUOTA DELLO ZUCCHERO
Lo Zucchero Raffinato è assai Dannoso quando viene Ingerito dagli esseri Umani perché fornisce soltanto quelle che gli Esperti di Nutrizione descrivono come Enerigie “Vuote” o “Nude”: esso manca dei Minerali Naturali presenti nella Barbabietola o nella Canna da Zucchero. Per di più lo Zucchero è Peggiore di qualsiasi altra cosa in Quantità perchè Prosciuga e Dissolve dal Corpo Preziose Vitamine e Minerali il cui Impiego è Richiesto dall’Intero Sistema per la Digestione, Disintossicazione ed Eliminazione dello Zucchero stesso.

➔ Articolo Completo sulle Calorie (.. che Non Esistono), QUI.

IL POTERE RIEQUILIBRANTE DEL NOSTRO ORGANISMO
Un Equilibrio è Essenziale per il nostro Organismo e noi disponiamo di molti modi per fronteggiare un Improvviso Shock dovuto ad un’Ingestione Massiccia di Zucchero.

Minerali come il Sodio, il Potassio ed il Magnesio (dai Vegetali) ed il Calcio (dalle Ossa) vengono Trasferiti ed Utilizzati nel Processo di Trasformazione Chimica dello Zucchero Chimico; vengono Prodotti degli Acidi Neutri che cercano di riportare il Fattore di Equilibrio Acido-Alcalino nel Sangue a Parametri più Normali.

Lo Zucchero Assunto Quotidianamente Produce una condizione di Continua Iperacidità e, nel tentativo di “Rettificare” lo Squilibrio, vengono richiesti dal Profondo dell’Organismo sempre più Minerali. Infine, onde salvaguardare il Sangue, viene preso così tanto Calcio dalle Ossa e dai Denti da dare inizio ad un “Decadimento e Indebolimento Generale”.

L’ECCESSO DI ZUCCHERO ALLA FINE NUOCE AD OGNI ORGANO DEL CORPO
Inizialmente esso viene Immagazzinato nel Fegato in forma di Glucosio (Glicogeno). Poiché la Capacità del Fegato è Limitata, un’Assunzione Quotidiana di Zucchero Raffinato (Oltre la Quantità Necessaria Fornita dagli “Zuccheri Naturali”) ben presto fa sì che il Fegato si Gonfi come una Pallone e, quando esso è Pieno sino al Limite delle sue Possibilità, il Glicogeno in Eccesso ritorna nel Sangue sotto forma di Acidi Grassi i quali vengono Trasportati in tutte le parti dell’Organismo ed Immagazzinati nelle aree meno attive: il Ventre, le Natiche, il Petto e le Cosce.

Quando queste aree relativamente innocue sono Completamente Sature, gli Acidi Grassi vengono poi distribuiti negli Organi Attivi come il Cuore ed i Reni, i quali cominciano a Rallentare la loro Attività ed Efficacia, i cui Tessuti alla fine Degenerano e si trasformano in Grassi.

Lo Zucchero in Eccesso, contrariamente alle Ingannevoli Pubblicità dei Media, ha un forte Effetto Negativo sul funzionamento del Cervello. La chiave del normale Funzionamento Cerebrale è l’Acido Glutammico, un Composto Vitale presente in molti Vegetali.

LO ZUCCHERO E’ DANNOSO PER ESSERI UMANI ED ANIMALI
Nel 1793, un Vascello che trasportava un Carico di Zucchero fece Naufragio. I 5 Marinai sopravvissuti furono Salvati dopo 9 giorni trascorsi su un’Isola Deserta; essi erano in Condizioni Deperite, non avendo Ingerito altro che Zucchero e Rum. Questa Storia Creò un Grosso Problema d’Immagine per i Produttori di Zucchero.

L’Eminente Fisiologo francese F. Magendie, in seguito a tale episodio, fu stimolato a Condurre una serie di Esperimenti sugli Animali, di cui Pubblicò i Risultati nel 1816. Nel corso di tali Esperimenti egli Alimentò dei Cani seguendo una Dieta di Zucchero di Olio di Oliva ed Acqua; tutti i Cani Deperirono e Morirono.

I “Marinai Naufragati” ed i “Cani” dell’Esperimento del Fisiologo francese hanno dimostrato la medesima cosa: come Dieta Costante, lo Zucchero è Peggiore che Niente del tutto.

L’Acqua vi può tenere in Vita per un certo tempo; Acqua e Zucchero vi Uccideranno Sicuramente.

Gli esseri Umani e gli Animali, sono “Incapaci di Sostenersi con una Dieta a base di Zucchero”.

INDUSTRIE DELLO ZUCCHERO
I Cani morti nel Laboratorio del Prof. Magendie allarmarono l’Industria dello Zucchero circa i Rischi dovuti ad una Libera Ricerca Scientifica. Da quel giorno in poi, l’Industria dello Zucchero Investì Milioni di Dollari per una Scienza Sovvenzionata di Nascosto; i Migliori Nomi della Scienza furono “Assoldati”, nella Speranza di Buone Notizie “Pseudo-Scientifiche”, in merito allo Zucchero.

DANNOSO PER L’UOMO
Ad ogni modo è stato Accertato che
1) lo Zucchero è uno dei principali fattori di Deterioramento dei Denti;
2) lo Zucchero nella Dieta di un Individuo è causa di Sovrappeso;
3) l’Eliminazione dello Zucchero dalle Diete ha curato i Sintomi di Gravi Malattie Diffuse in tutto il Mondo come il Diabete, il Cancro e le Cardiopatie.

Sir Frederick Banting, scopritore dell’Insulina, nel 1929 a Panama si accorse che fra i Proprietari di Piantagioni che consumavano Grandi Quantità del proprio Zucchero Raffinato, era comune il Diabete; invece fra i Nativi Locali Tagliatori di Canne che Disponevano solo della Canna Grezza da Masticare, egli non notò alcun caso di Diabete.

DANNOSO PER GLI ANIMALI
I tentativi dei Produttori di Zucchero di avere una Buona Immagine Pubblica, iniziò in Gran Bretagna nel 1808, quando il Comitato per le Indie Occidentali riferì alla Camera dei Comuni che era stato offerto un premio di 25 Ghinee a chiunque potesse fornire gli Esperimenti più “Soddisfacenti” per dimostrare che lo Zucchero “Non Raffinato” era un Buon Alimento per Nutrire ed Ingrassare Buoi, Mucche, Maiali e Pecore.

Il Cibo per gli Animali è spesso Stagionale, sempre Costoso; lo Zucchero, a quel tempo, costava “Due Soldi” perchè la gente non ne Consumava Abbastanza e c’era quindi poca Richiesta.

Naturalmente il Tentativo di Nutrire il Bestiame con Zucchero e Melassa nel 1808 in Inghilterra si rivelò un Disastro e dopo questo Grande Insuccesso, i Produttori di Zucchero delle Indie Occidentali lasciarono perdere.

LE RICERCHE DEL DR. PRICE
Il Dr. Price fece del Mondo Intero il suo Laboratorio. Le sue Devastanti Conclusioni per i Produttori di Zucchero, Redatte Dettagliatamente area dopo area, erano semplici: Gli Individui che Vivevano nelle cosiddette Condizioni Primitive di Arretratezza, avevano Eccellenti Dentature e godevano di una Salute Generale Stupefacente.

Essi consumavano Cibo Locale Naturale e Non Raffinato: ma al Primo Contatto con la “Civiltà”, furono Importati Alimenti Raffinati e Zuccherati e subito iniziò una Degenerazione Fisica tale da essere constatabile nell’arco di una Sola Generazione.

L’IGNORANZA SULLE RICERCHE
Tutta la Credibilità di cui godono i Produttori di Zucchero, si basa sull’Ignoranza delle Ricerche come quella del Dr. Price. I Produttori di Zucchero continuano a Provare, a Sperare e ad Elargire a Università e College, Generose Sovvenzioni per la Ricerca, ma i Laboratori non scovano mai qualcosa di Positivo sullo Zucchero che i Produttori possano Utilizzare; i Risultati delle Ricerche sono sempre Invariabilmente Brutte.

Nel 1958 la rivista Time riportò che un Biochimico di Harvard ed i suoi Assistenti avevano lavorato con una miriade di Topi per più di un Decennio, finanziati dalla Sugar Research Foundation, Inc. con la bellezza di 57.000 dollari, per scoprire come lo Zucchero provoca le Carie Dentali e come Prevenire Tale Fenomeno. Ci vollero 10 anni per per scoprire che non c’era modo di Evitare che lo Zucchero Provocasse il Deterioramento dei Denti. Quando i Ricercatori riferirono le loro scoperte sul Dental Association Journal, la loro Fonte di Finanziamento si Prosciugò perchè La Sugar Research Foundation Ritirò Immediatamente il suo Sostegno.

Più gli Scienziati li Deludevano e più i Produttori di Zucchero dovevano affidarsi ai Pubblicitari!

SACCAROSIO: ENERGIA “PURA” A CARO PREZZO
Quando negli anni ’20 le Calorie divennero Importanti ed ognuno imparava a calcolarle, i Produttori di Zucchero se ne uscirono con una nuova trovata; millantavano che in una Libbra di Zucchero vi fossero 2.500 Calorie, ovvero che poco più di un quarto di Libbra di Zucchero avrebbe fornito il 20% del Fabbisogno Giornaliero complessivo.

Costoro “Tuonavano”: “Se riusciste ad acquistare tutta la vostra Energia Alimentare ad un Prezzo altrettanto Economico di quello delle Calorie dello Zucchero, il Costo Annuale del vostro Vitto sarebbe stato assai Contenuto; se il Prezzo dello Zucchero fosse di 7 Centesimi alla Libbra, spendereste meno di 35 dollari per l’Intero Anno”.

Un modo davvero Economico di Suicidarsi.

LE “FURBIZIE” DEI PRODUTTORI
Poi i Produttori di Zucchero Pubblicizzarono il fatto che esso era “Chimicamente Puro”, ma Incontestabilmente tutte le Vitamine, i Minerali, i Sali, le Fibre e le Proteine venivano Eliminate nel Processo di Raffinazione.

Molta della Confusione generalizzata a livello Pubblico a proposito dello Zucchero Raffinato è accentuata dal Linguaggio. Chimicamente gli Zuccheri vengono Classificati come Carboidrati, parola composta che significa Sostanza contenente Carbonio con Ossigeno e Idrogeno.

Se i Chimici desiderano usare questi “Termini Ermetici” nei loro Laboratori quando si parlano l’un l’altro, va anche bene.

L’uso del termine “Carboidrato” al di fuori del Laboratorio – specialmente nell’Etichettatura degli Alimenti e nel Gergo Pubblicitario – per descrivere tanto i Cereali Integrali (che rappresentano da migliaia di anni una Fonte Primaria di Alimentazione per l’Umanità) quanto lo Zucchero Raffinato dall’Uomo (che è una “Droga Preconfezionata e Chimica” nonché un Veleno assai diffuso da poche Centinaia di anni) è Smaccatamente Immorale, perchè Confonde Madri Ansiose e le Induce a pensare che i loro Ragazzi abbiano bisogno dello Zucchero per Sopravvivere.

Il Termine “Carboidrato” per descrivere lo Zucchero nelle Etichette delle Confezioni Industriali è stato Deliberatamente Fuorviante, anche se ultimamente per fortuna, la Dicitura Esatta è cambiata con Carboidrati xxx, di cui Zuccheri yyy, ma quante Persone la leggono per Intero?

GLI ZUCCHERI NEI VEGETALI
Il Glucosio è uno Zucchero che si trova generalmente insieme ad altri Zuccheri nella Frutta e nei Vegetali ed è Materia di Primaria Importanza nel Metabolismo degli Animali e delle Piante; molti dei nostri Alimenti Principali vengono convertiti in Glucosio all’interno del nostro Organismo; esso è sempre presente nel nostro Sangue e viene spesso chiamato “Zucchero del Sangue”.

TIPI DI ZUCCHERI
Il Destrosio, chiamato anche “Zucchero del Granturco”, viene derivato Chimicamente dall’Amido. Il Fruttosio è lo Zucchero della Frutta, il Maltosio quello del Malto, il Lattosio quello del latte.

Il Saccarosio è Zucchero Raffinato Chimicamente Estratto dalla Canna da Zucchero e dalla Barbabietola da Zucchero.

DIPENDENZA DALLO ZUCCHERO
Il Glucosio è sempre stato un Elemento Essenziale del Sangue Umano, mentre la Dipendenza dal Saccarosio è qualcosa di Nuovo nella storia degli Esseri Umani.

Ciò rende possibili più Truffe da parte dei Produttori Industriali, i quali ci dicono quanto è importante tale Alimento come Componente Essenziale dell’Organismo Umano, come esso viene Ossidato per Produrre Energia, come viene Metabolizzato per Produrre Calore e così via; ovviamente parlano del Glucosio, che viene prodotto all’Interno dei nostri Corpi. Tuttavia si è portati a credere che gli Industriali stiano parlando del Saccarosio Prodotto nelle loro Raffinerie. Infatti il termine “Zucchero” può indicare sia il Glucosio presente nel nostro Sangue che il Saccarosio della Coca-Cola, ciò va benissimo ai Produttori Industriali ma è Dannosissimo per i Consumatori.

Coloro che si Liberano della Dipendenza da Saccarosio e ne Evitano Drasticamente l’Uso, vedono che il Livello di Glucosio del loro Sangue ritorna ai Valori Normali, Stabilizzandosi.

L’ALIMENTAZIONE NATURALE
L’Alimentazione Naturale può essere Funzionale al Ristabilimento della Salute e di conseguenza, molte persone hanno cominciato ad Equiparare il Termine “Naturale” al Termine “Sano”. Così gli Industriali del Cibo hanno iniziato a Travisare il Termine “Naturale” per Ingannare il Pubblico.

Le Industrie Alimentari ci “Bombardano” con Spot Televisivi dove ci dicono, Prodotto dopo Prodotto, “fatto con Ingredienti Naturali”; la parola “Con” Non viene Evidenziata negli Spot, ma dovrebbe esserlo.

Perfino lo Zucchero Raffinato è fatto con Ingredienti Naturali, questa non è certo una Novità: gli Ingredienti Naturali sono la Canna da Zucchero e le Barbabietole. Tuttavia la parola di 3 lettere “Con”, difficilmente suggerisce che il 90% della Canna da Zucchero e delle Barbabietole è stato Eliminato. Si potrebbe Pubblicizzare il fatto che anche l’Eroina è fatta con Ingredienti Naturali; il Papavero da Oppio è Naturale quanto la Barbabietola da Zucchero.

PER EVITARE LO ZUCCHERO NEI SUPERMERCATI, ESISTE UN SOLO MODO SICURO:

Non Comprare Nulla!

L’uso del Termine “Carboidrato” come termine “Scientifico” per lo Zucchero è diventato una Strategia di Difesa Standardizzata dei Produttori Industriali e dei loro Sostenitori nel Campo Medico (la loro Copertura di Sicurezza).

LA CORRETTA COMBINAZIONE ALIMENTARE
Gli Esseri Umani hanno bisogno dello Zucchero quanto della Nicotina del Tabacco.

Lasciamo da parte per il momento i Noti Effetti della Zucchero (a Breve e a Lungo Termine) sull’Organismo nel suo complesso e Analizziamo gli Effetti della Zucchero Ingerito in Combinazione con altri Alimenti Quotidiani.

Qualsiasi Dieta o Regime seguiti con qualunque obiettivo che non sia il Ristabilimento della Salute Complessiva del Corpo è Pericolosa. Il Dr. H. Curtis Wood nel suo libro del 1971 dal titolo “Overfed But Undernourished”, afferma che molte Persone Sovrappeso sono Denutrite.

Mangiare meno può Aggravare questa Condizione, a meno che non ci si Preoccupi della Qualità del Cibo invece che solo della sua Quantità.

Eliminare Zucchero e Farina Bianca e sostituirli con Cereali Integrali, Vegetali e Frutta di Stagione rappresenta la Base di ogni Regime Naturale Sensato. Mangiando Cibo Naturale di Buona Qualità, la Quantità tende ad “Autoregolarsi”.

Gli Zuccheri non vengono Digeriti in bocca, come i Cereali; quando vengono Assunti da Soli, Passano Velocemente attraverso lo Stomaco fino all’Intestino Tenue.

Quando gli Zuccheri vengono Ingeriti assieme ad altri Cibi – magari la Carne e il Pane di un Sandwich – vengono Trattenuti nello Stomaco per un po’. Lo Zucchero presente nel Pane e nella Coca Cola se ne sta là con l’Hamburger e la Focaccia in attesa che vengano Digeriti e, mentre lo Stomaco sta Lavorando sulle Proteine Animali e sull’Amido Raffinato del Pane, l’Aggiunta dello Zucchero praticamente Garantisce una Rapida Fermentazione Acida nelle condizioni di Calore e Umidità esistenti nello Stomaco.

Una Zolletta di Zucchero nel Caffè dopo aver mangiato un Sandwich è Sufficiente a Trasformare lo Stomaco in un Fermentatore; una Soda con un Hamburger è sufficiente a trasformarlo in un Alambicco. Lo Zucchero nei Cereali sia Acquistiati Confezionati già Zuccherati che Aggiunto a casa – garantisce la Fermentazione Acida.

DR. HERBERT M. SHELTON
Il Dr. Herbert M. Shelton, Antesignano Mondiale del Digiuno, si pone la seguente domanda: “Perché dobbiamo Accettare come Normale il fatto di ritrovarci in una Razza di Esseri Umani Indeboliti e Malaticci? Dobbiamo sempre dare per scontato che le attuali Abitudini Alimentari degli Uomini Civili siano Normali?

Molto di quanto passa per Moderna Nutrizione è ossessionato dalla Mania dei Calcoli Quantitativi; il Corpo viene Trattato come un Conto Corrente Bancario. Si Depositano Energie (come Dollari) e si Preleva Energia. Si depositano Proteine, Carboidrati, Grassi, Vitamine e Minerali con il Risultato Teorico di avere un Corpo Sano.

• Ma dove sta il Beneficio se i Nutrienti “Teoricamente Richiesti” dall’Organismo, vengono Consumati Giornalmente di Corsa e “a Caso”, quando questa Raccolta di Alimenti da Spuntino Fermenta e va in Putrefazione nell’Apparato Digerente?

• Qual è il vantaggio se al Corpo vengono Somministrate Proteine solo perché esse vadano in Putrefazione nel Canale Gastrointestinale?

I Carboidrati che Fermentano nell’Apparato Digerente vengono Trasformati in Alcol e Acido Acetico, mica in Monosaccaridi Digeribili!

Certo, l’Organismo può Eliminare i Veleni attraverso l’Urina e i Pori della Pelle e infatti la quantità di Veleni presenti nell’Urina viene considerata come indice di ciò che sta accadendo nell’Intestino, così come il Cattivo Odore della Pelle.

ZUCCHERO E SALUTE MENTALE
Quando, inizialmente, a Parigi fu fondato per Decreto Reale l’Ospedale Generale, vi era rinchiuso l’1% della Popolazione Cittadina. Da quel tempo fino al 20mo secolo, man mano che il Consumo di Zucchero Saliva sempre di più – specie nelle Città – altrettanto accadeva per il Numero delle Persone rinchiuse nell’Ospedale Generale; 300 anni più tardi gli “Emotivamente Disturbati” potevano essere trasformati in “Automi Ambulanti”, coi Cervelli controllati dagli “Psicofarmaci”.

Oggi i Pionieri della Psichiatria Ortomolecolare, come il Dr. Abram Hoffer, il Dr. Allan Cott, il Dr. A. Cherkin, così come il Dr. Linus Pauling, hanno Confermato che la Malattia Mentale è un Mito e che i Disturbi Emotivi possono rappresentare semplicemente il Primo Sintomo dell’ovvia Incapacità dell’Organismo Umano di gestire lo Stress della Dipendenza da Zucchero.

Il Dr. Pauling, in Orthomolecular Psychiatry, scrive: “Ritengo che la Malattia Mentale sia per la maggior parte dovuta a Velocità di Reazione Anormali, in quanto determinate dalla Costituzione Genetica e dalla Dieta, e da Anormali Concentrazioni Molecolari di Sostanze Essenziali… La scelta dei Cibi (e dei Farmaci) in un mondo che sta passando attraverso un rapido Cambiamento Scientifico e Tecnologico spesso è ben lungi dall’essere la Migliore”.

Il Dr. Abram Hoffer, in Megavitamin B3 Therapy for Schizophrenia, nota: “Ai Pazienti viene inoltre Consigliato di seguire un Valido Programma Nutrizionale con l’Esclusione di Saccarosio e Cibi Ricchi di tale Sostanza“.

Un’Indagine relativa alla storia Dietetica di quei Pazienti Diagnosticati come Schizofrenici rivela che la Dieta da loro scelta è Ricca di Dolciumi, Caramelle, Torte, Caffè, Bevande con Caffeina e Alimenti Preparati con lo Zucchero; tali Alimenti, che Stimolano le Surrenali, dovrebbero essere Eliminati.

DR. JOHN TINTERA
Negli anni ’40 il Dr. John Tintera riscoprì la Vitale Importanza del Sistema Endocrino, in particolare delle Ghiandole Surrenali, relativamente alla “Condizione Mentale Patologica”.

In 200 casi in Cura per Insufficienza Corticosurrenale (la mancanza di adeguata Produzione degli Ormoni Corticosurrenali o lo Squilibrio fra essi), egli scoprì che i Principali Disturbi dei suoi Pazienti erano spesso simili a quelli riscontrati in persone i cui gli Organismi Non erano in grado di Gestire gli Zuccheri: Stanchezza, Nervosismo, Depressione, Apprensione, Voglia di Dolci, Incapacità di Tollerare l’Alcol, Incapacità di Concentrazione, Allergie, Bassa Pressione Sanguigna.

La Schizofrenia (la Dementia Praecox di Bleuler) di Dorland, “spesso si presenta Subito dopo l’Inizio della Pubertà”.

Un Test di Tolleranza al Glucosio eseguito in questo Periodo, potrebbe mettere in guardia Genitori e Medici e risparmiare molte ore e piccole fortune impiegate nel sondare la Psiche del Bambino e dei suoi Familiari alla ricerca di Difficoltà di Adattamento.

Il Dr. Tintera ha Pubblicato svariati Documenti Medici Epocali. Egli ha ripetuto più volte che il Miglioramento, il Lenimento, l’Attenuazione o la Cura “Dipendevano dal Ristabilimento del Normale Funzionamento dell’Intero Organismo”. Il suo Primo Articolo di Prescrizione nella Cura era la Dieta. Egli predispose un’Intimazione Permanente e Radicale Contro lo Zucchero in tutte le sue Forme e Sembianze.

EGAS MONIZ PREMIO NOBEL “TAGLIA E CUCI”
Mentre il portoghese Egas Moniz riceveva un Premio Nobel per l’Ideazione della Lobotomia come cura della Schizofrenia, la ricompensa di Tintera fu il Tormento e la Persecuzione dei “Baroni della Medicina Organizzata (Nulla di Nuovo, come oggi); e mentre la Radicale Concezione del Dr. Tintera relativa allo Zucchero come Causa di quella che era chiamata “Schizofrenia” poteva essere confinata ai Giornali del Settore, egli fu lasciato Solo e Ignorato; egli avrebbe potuto essere tollerato – se fosse rimasto nel suo “Territorio Assegnato”, l’Endocrinologia.

Non può arrivare qualcuno a dire che Nient’Altro nel Campo Medico della Schizofrenia ha Importanza: Solo Togliere loro lo Zucchero e tenerli lontani da Esso. Forse la prematura morte di Tintera nel 1969, all’età di 57 anni, rese più facile alla Professione Medica accettare Scoperte che un tempo erano sembrate “Tanto Bizzarre”. Oggi i Medici di tutto il Mondo ripetono ciò che Tintera aveva Preannunciato Molti Anni Prima: A Nessuno, ma proprio Nessuno, dovrebbe essere mai Permesso di Iniziare quello che viene definito “Trattamento Psichiatrico” in Nessuna Parte del Mondo, senza e prima essere stato Sottoposto al Test di Tolleranza al Glucosio, per scoprire se è in grado di Gestire lo Zucchero.

Perché Aspettare sino al momento in cui le Malattie ci danno le “Prime Avvisaglie”? Bisogna Liberarsi del Fardello subito, Eliminando lo Zucchero in tutte le sue forme, iniziando dalla Bibita Zuccherata.

Quanti Malati avrebbero dato retta al “Guaritore” se costui avesse detto loro che l’Unica cosa che li faceva Star Male era la Depressione da Zucchero?

Nessuno, Troppo Facile!

Paolo Cavacece


Paolo Cavacece

Non Visito e Non Curo perchè Non sono medico ma Promuovo Semplicemente alcuni Principi dell'Alimentazione Naturale Evoluta dell'Uomo e Faccio Ricerca e Sperimentazione Autonoma circa l'Impatto Glicemico degli Alimenti sul Nostro Organismo ...

Altri Articoli - Sito Web

SEGUIMI
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusStumbleUponYouTube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.