Digiuno: la Mia Esperienza

By | 3 giugno 2017

foto by Simone Cavacece – Digiuno: la Mia Esperienza

SOSTIENI LA NOSTRA RICERCA
I miei Studi, le mie Ricerche e i miei Acquisti per Test e Sperimentazioni sono Esclusivamente a Carico del Sottoscritto in quanto Ricerca Libera e Indipendente e Non Sponsorizzata da alcuno, per questo sono Bene Accette delle Donazioni a Supporto che possono essere Effettuate con:

• Bottone Donazione in Alto a Destra del Sito (PayPal)
• Bonifico Bancario Intestato a Paolo Cavacece IBAN: IT73V0305801604100320239157
• PostePay Intestata a Paolo Cavacece CARTA N°: 4023600928539008.

Eccomi a Raccontare la Mia Esperienza sul Digiuno Terapeutico Iniziato il 18 Aprile 2017 subito dopo Pasqua e Pasquetta e Durato ben 40 giorni. Fino ad allora avevo Testato Digiuni Brevi, 3-4 giorni, come quello della Limonata (The Master Cleanse di Stanley Burroughs) o di sola Acqua o Semi-Digiuno con Succhi Estratti e Minestroni Frullati (Zuppa Speciale di Ippocrate) per Non Impegnare la Digestione.

LE CONDIZIONI PER PRATICARE IL DIGIUNO
Per Praticare un Lungo Digiuno occorre la Coincidenza di alcune Situazioni come Grande Determinazione, Testa “Sgombra” da Pensieri, Tempo Libero e un Improvviso “Scatto Mentale” che faccia Decidere.

IL MIO “SCATTO MENTALE”
Era un po’ di tempo che Meditavo di Praticare il Digiuno e il mio Scatto Mentale fu Conseguente all’Improvvisa Borsite al Ginocchio sinistro che Impediva all’arto sia l’Estensione Completa che il Piegamento. Avendo Negligentemente Gravato l’altra Gamba di ogni Sforzo, ho ottenuto Solamente come Risultato una bella Borsite anche al Ginocchio destro in modo tale da essere Impossibilitato a Camminare. Sapevo che sarebbero occorsi una Trentina di giorni per il Recupero avendone già Sofferto in Passato.

Ho preso questo Stato di cose come “Favorevoli”, per iniziare il mio Meditato Digiuno, quindi dal giorno seguente a Letto al Calduccio con una Bella Borsa Calda ma con la Stanza sempre Ben Areata (Finestre Aperte Giorno e Notte), senza Stress, senza Assilli Vari; Stretching e Respirazione vanno sempre bene in quanto contrastano l’Immobilità e mantengono Attiva la Circolazione.

L’importante è pertanto Minimizzare la Dispersione Calorica e l’Impegno Mentale ed Emozionale, affinchè il Corpo Utilizzi tutta l’Energia Unicamente per la Detossificazione e la Riorganizzazione dell’Organismo.

ERRORE D’IMPOSTAZIONE INIZIALE
Quello che avevo Considerato come Eventi Favorevoli per il Digiuno in Realtà si Rivelarono in Modo Negativo perchè l’Immobilismo Unito al Digiuno portarono come Conseguenza anche ad una Perdita di Massa Muscolare (Quadricipiti) per la qualcosa la Riabilitazione a Camminare si Rivelò più Difficoltosa del Dovuto e senza l’Aiuto di un Ottimo Fisiokinesiterapista avrei impiegato Molto più Tempo ancora.

Per Fortuna tutto si è Risolto con 6 Lunghe Sedute di Fisiokinesiterapia (Kinesiterapia, Elettrostimolazione, Ultrasuoni, Tecar) da 2 ore e mezza abbondanti l’una, a giorni alterni. Ora tutto è tornato a posto ma tornando Indietro cercherei di Risolvere un Problema alla volta: prima le Ginocchia e solo in un secondo momento il Digiuno, Contemporaneamente però con Ginnastica Specifica per i Quadricipiti.

QUALCHE PROBLEMINO
Per qualche giorno non ho potuto Praticare i Clisteri in quanto i Dolori alle Ginocchia mi Impedivano di Sdraiarmi e soprattutto Rialzarmi. Ho Risolto Praticandoli da Seduto sul WC e appendendo la Sacca dell’Enteroclisma con un Gancio d’acciaio e una Cordicella Resistente alla Barra della Tenda della Doccia, accanto appunto al WC.

Un altro Problemino si verificò perchè dopo qualche giorno che Bevevo Acqua, Acqua e Limone Filtrato, il mio Organismo mi Richiese “Chiaramente” qualcosa di Dolce (strano perchè i Sapori Dolci Non sono mai stati la mia Specialità) ed io l’ho Accontentato Bevendo, a Piccoli Sorsi, la Mattina dopo il Clistere la Spremuta di 2 Dolcissime Arance Siciliane Filtrata ben due Volte affinchè Risultasse molto Liquida e Non Impegnasse in Nessun Modo la Digestione.

Fregandomene altamente delle Vocine degli Igienisti da Tastiera o dei Maestrini/e che hanno Imparato qualche Frasetta qui e la senza mai aver Provato Nulla (i Social ne sono Pieni ma tanto li Blocco Regolarmente al Primo Intervento), che dicono che in questo Modo trattasi di Semi-Digiuno.. Provino pure e poi Capiranno che è Digiuno Vero.

SEGUIRE LE RICHIESTE SINCERE DEL CORPO
Io ho Imparato a seguire le Richieste del mio Corpo, quelle Vere però e Non quelle Viziate da anni di Abitudini che dopo una settimana di Digiuno vanno però via-via Scemando.
Dopo qualche giorno ho Continuato con Acqua Pura, senza più neanche il Limone, ormai andava bene così.

CLISTERI
Dopo aver Iniziato in Ritardo, rispetto all’Inizio del Digiuno, per i sopraindicati motivi, la Pratica dei Clisteri Giornaliera è Proseguita Regolarmente alternando Acqua con Limone, con Acqua Pura e un Paio di Volte Clisteri al Caffè per la Disintossicazione del Fegato e del Sangue.

Chiarisco subito che il Secondo Clistere al Caffè, Praticato circa al 30° giorno, mi ha arrecato qualche Disturbo di Tachicardia (95 Pulsazioni) per due-tre giorni, poichè va trattenuto nel Colon per una Quindicina di Minuti per avere Effetto e la Caffeina ha trovato Terreno Fertile in un Corpo Avanti con la Depurazione e Detossificazione.

Eviterei durante il Digiuno..

L’ALCOLATO DI AGLIO
Ho Cominciato a prendere l’Alcolato di Aglio Contemporaneamente alla Pratica dei Clisteri, sia come Antibiotico Naturale che soprattutto come Vermifugo. Per Praticità ho Utilizzato un Piccolo Cucchiaino da Caffè (Non da Thè) Equivalente a 25 Gocce, in Mezzo Bicchiere d’Acqua Depurata, per 3 volte al Giorno agli Orari che Normalmente corrispono a Colazione, Pranzo e Cena.

PARASSITI
Dal Decimo Giorno fino al Trentesimo circa, l’Espulsione di Parassiti a Corda è stata Costante (aiutata molto dall’Assunzione di Alcolato di Aglio), molto più Abbondante all’Inizio e Diminuendo Gradualamente sempre più fino alla Completa Scomparsa nell’Ultima Settimana.

ULTIMA SETTIMANA PESANTE
Lo ammetto, l’Ultima Settimana è stata Veramente Pesante, sembrava Non passasse mai!

Non Sopportavo più la Routine: Clistere, Bere Acqua dopo Clistere, Bere l’Alcolato di Aglio, il Resto della Giornata sempre Uguale, Spossante .. e pensate che la Fame non c’entrava Nulla, però in Compenso la Lingua che Inizialmente Bianchissima e Impastata era Tornata Magicamente Rosa e Umida. Pefetta!

Seguendo sempre le Richieste del mio Corpo ho Praticato gli Ultimi Clisteri a Giorni Alterni con l’Ultimo Coincidente al giorno Seguente l’Ultimo Giorno di Digiuno e ho Sospeso l’Assunzione di Alcolato di Aglio perchè il mio Corpo ormai lo Rifiutava non avendone più Bisogno.

Semplicemente “Sostenendo” queste semplici Richieste del mio Corpo ho Completato i 40 Giorni di Digiuno con la Mente più Serena ..

RITORNO ALLE NATURALI FUNZIONI DEL CORPO
Chi ha Praticato i Clisteri per lungo Tempo sa che che il Ritorno alla Stimolazione Naturale a Defecare porta qualche Leggero Problemino che si è Risolto Immediatamente il terzo Giorno.

RITORNO ALLA MIA NORMALE ALIMENTAZIONE
Come accennato in qualche altro mio Post circa il Digiuno, il Ritorno alla mia Normale Alimentazione si è Rivelata senza Traumi, Veloce e senza Problemi Digestivi. Mi sembra che ci si “Ricami” un po’ troppo su questo Argomento, oppure sono Fortunato io ma Non avevo avuto Problemi neanche dall’Uscita di Digiuni Veloci di 3-4 Giorni.

Ripeto, Semplicemente Buon Senso e Ascoltare il Proprio Corpo.

1° GIORNO
COLAZIONE: Spremuta Non Filtrata di due Grosse Arance Siciliane.
PRANZO: Mega-Minestrone Frullato Molto a “Vellutata” con Miso e Abbondante Olio Evo a Crudo.
CENA: Super-Brodo Vegetale con Alghe Wakame e Tofu “Sbriciolatissimo”.

2° GIORNO
COLAZIONE: Banana Schiacciata a “Pappetta”.
PRANZO: Mega-Minestrone a Pezzi Interi con Tofu a “Cubetti”, Miso e Abbondante Olio Evo a Crudo.
CENA: Stracciatella con Brodo Vegetale, Alghe Wakame e Miso.

Tutto è andato Bene senza Disturbi Digestivi ..

3° GIORNO
COLAZIONE: Succo Estratto di Ananas (Non Filtrato).
PRANZO: Rucola con Aceto di Mele, Olio Evo, Miso, Olive Taggiasche, Cipollotto di Tropea, Pomodori Piccadilly e Tempeh a Pezzi.
CENA: Hamburger Vegetale (senza Pane) con Pomodoro, Cipolle di Tropea Cotte e la mia Favolosa Salsa di Anacardi.


foto by Paolo Cavacece – Pranzo: Rucola con Tempeh..



foto by Paolo Cavacece – Cena: Hamburger Vegetale con Salsa di Anacardi..


Diciamo che lo “Svezzamento” può essere Riassunto in questi Semplici tre giorni, poi ho Re-Inserito man-mano tutti i Cibi della Normale mia Alimentazione Vegana/Vegetariana Tendenzialmente Crudista ma Abolendo quasi Completamente i Dannosi Carboidrati Visibili come Pane, Pasta, Pizza, etc., “Patteggiando” con me stesso però almeno un Giorno Libero al Mese.

PRODOTTI FERMENTATI
I Primi Giorni ho fatto Largo Uso di Prodotti Fermentati di Qualità e Bio come l’Hatcho Miso, il Tempeh, i Crauti e la Salsa di Soia (quella Vera) per cercare di Regolarizzare il più Velocemente Possibile la Flora Batterica Buona Pesantemente Compromessa Immagino, da 40 giorni di Clisteri.

IL PESO
Ho lasciato l’Argomento per Ultimo perchè so di essere di Largo Interesse ma vi Assicuro che chi si Immerge in questo Faticoso Percorso il Peso Non Risulta di Primario Interesse quanto la Pulizia Interna del Corpo e la Detossificazione.

Comunque sono Dimagrito di 13kg Abbondanti, fino a 69kg e Mezzo e alla fine dopo un Mese avevo Recuperato 4 Chili in tutto, tenendo Conto però, del Potenziamento Muscolare (soprattutto Quadricipiti) per la Funzionalità delle Ginocchia e si sa i Muscoli Pesano e dell’Uso dei Prodotti Fermentati che sono Salati ed io Non uso Sale Aggiunto (e Zucchero) ormai da 6 anni!

CONCLUSIONE
Mi sento Benissimo Fisicamente, come Tutto il Periodo del Digiuno, molto Tempo lo Dedico alla Funzionalità delle Ginocchia il cui Recupero, come Accennato Precedentemente, si è Rivelato più Lungo del Previsto.

Mi Gusto con Sommo Piacere il Sapore dei Vegetali, Non mi Attraggono più tutti quei Cibi Falsi che Tolgono e che Non Danno, anche se Vegani anche Perchè Vegano Non Significa Nulla, Non Basta essere Vegani.

A quasi 69 anni mi sembra una bella Impresa Non da Poco!

Paolo Cavacece


Paolo Cavacece

Non Curo e Non Visito perchè Non sono medico ma Promuovo Semplicemente alcuni Principi Filosofici-Igienico-Salutisti di Naturopatia Scientifica e Faccio Ricerca e Sperimentazione Autonoma circa l'Impatto degli Alimenti Solidi e Liquidi sul Nostro Organismo ...

Altri Articoli - Sito Web

SEGUIMI
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusStumbleUponYouTube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *