Chips di Patate Essiccate

di | 1 Aprile 2016
Chips di Patate Essiccate
foto by Paolo Cavacece – Chips di Patate Essiccate, con Sale di Sedano

Proponendo questa Ricetta di Chips di Patate Essiccate, volevo solo mettere a Conoscenza di Coloro che sono Indecisi sull’Acquisto di un Essiccatore, del fatto che se posseggono un Forno Elettrico probabilmente Non ne hanno bisogno.

Con il seguente Procedimento si possono Essiccare Tutti gli Ortaggi e per le Temperature ed il Tempo di Essiccazione da adottare è solo questione di Prove.

Ottimi anche i Topinambur, Contenenti Sostanze Positive come Potassio, Vitamine del Gruppo B e Inulina.

GLI ENZIMI

Prima che Riceva “Inutilmente” Commenti o E-Mail sulla Temperatura dei Cibi che Conosco a Perfezione, Premetto che il Neurologo e Naturopata Prof. Paolo Rege-Gianas, in un Mini-Saggio molto Dettagliato sugli Enzimi che mi ha Inviato Espressamente e che ho Utilizzato nell’Articolo Il Potere AntiOssidante degli Alimenti, afferma che:

1) Non ha Significato chiedersi se Scaldando gli Alimenti gli Enzimi Sopravvivano perchè Esistono solo nel Contesto della loro Funzione.

2) Gli Enzimi non li Assumiamo mai attraverso il Cibo, sono solo Strumenti Chimici Importantissimi che servono al Funzionamento di tutte le Reazioni dell’Organismo.


3) Gli Enzimi vengono “Uccisi” nello Stomaco dove le Proteine iniziano la Denaturazione, anche se Ingeriti ancora Efficienti (Crudi o Non Scaldati oltre i 46°).


4) Altro discorso per quanto Riguarda i Coenzimi come per Esempio le Vitamine, che per la maggior parte debbono essere Assunti attraverso Cibi Crudi e Freschi ma si Degradano con l’Ossidazione, con il Contatto con Sostanze Chimiche e con la Cottura oltre certe Temperature.

ACRILAMMIDE

Questa semplice Ricetta prevede l’Utilizzo del Forno a Temperature un pò più Alte rispetto alle Solite di 40/42° (Disidratazione) ma Abbondantemente al di sotto dei 120°, Temperatura oltre la quale insieme alla Bassa Umidità, si Sviluppa la Temibile Acrilammide (Efsa – European Food Safety Authority), in Alimenti Ricchi di Amido. Ad esempio Patatine Fritte, Patate al Forno, Biscotti, Pane Bianco Industriale (Crosta), Asparagi Abbrustoliti, Zuccheri e Caffè.

Andiamo alla Ricetta.

INGREDIENTI PER LE CHIPS DI PATATE (Possibilmente Bio)

– Patate
– Olio di Riso (Ottimo per le Temperature da Forno)
– Gomasio di Sedano (per la Ricetta vedere più Avanti)

PREPARAZIONE

Sbucciare le Patate e Tagliarle a Fette Sottili con una Mandolina, metterle a Bagno in una Capiente Bull e Sciacquarle Cambiando l’Acqua fin quando questa Resti Trasparente avendo così Eliminato tutto l’Amido Esterno.

Asciugarle, Spruzzarle di Olio di Riso con Apposito Nebulizzatore e disporle su di una o più Placchette su Carta Forno ed Infornare ad 85° per circa 1 ora e mezza/1 ora e 40 minuti tenendo, all’Inizio, lo Sportello Semi-Aperto di 1/2cm (per la Fuoriuscita dell’Umidità).

Sfornare così le Chips di Patate, Cospargerle di Gomasio di Sedano, farle Intiepidire o Raffreddare e Degustarle come Snack per Metà Mattina e Metà Pomeriggio ..

Queste Chips di Patate Croccantissime Non hanno il Sapore di Patata Fritta Intrisa di Olio ma un Sapore Naturale perchè è stata Praticamente Essiccata con Temperatura Abbondantemente al di Sotto dei 100°.

Coloro che hanno il Forno Elettrico Provvisto di Basse Temperature (40°) possono Utilizzarlo Prevedendo un Tempo di Essiccazione per le Chips di Patate Nettamente Superiore, diciamo 3 ore e mezzo/4. Bisogna Controllare che siano Completamente Asciutte tenendo sempre lo Sportello Semi-Aperto di 1/2cm.

GOMASIO DI SEDANO

Il Gomasio (dal Giapponese Goma=Sesamo e Shio=Sale) si sa è Composto da Sesamo Tostato (7 Parti) e Sale Integrale Marino (1 Parte). Ma avendo Abbolito Completamente il Sale Aggiunto dalla mia Alimentazione ormai dal 2012 (e lo Zucchero), ho pensato di Sostituirlo con il Sedano Essiccato cambiando Naturalmente le Proporzioni.

INGREDIENTI PER IL GOMASIO DI SEDANO

– 50% Semi di Sesamo Tostato
– 50% Sedano Essiccato

Naturalmente le Percentuali possono Variare in base ai Gusti Personali.

PREPARAZIONE

PER IL SEDANO

Frullare alcuni Gambi e Foglie di Sedano precedentemente ben Lavati e Asciugati e Disporrre il Composto su di una o più Placchette su Carta Forno. Infornare a 85° sul Ripiano Centrale o Alto per 1 ora e mezzo/2 (Dipende dallo Spessore del Composto – ogni tanto Rimestare). Sfornare, Controllare che sia Completamente Asciutto e Mettere da Parte.

PER IL SESAMO

Sistemare i Semi di Sesamo su di una Placchetta con Carta da Forno e Infornare a 85° sul Ripiano Basso per qualche minuto finchè siano Dorati, Controllando Costantemente. Sono Pronti quando Rimestando si Staccheranno dal Cucchiaio. Attenzione a Non Bruciarli!

LAVORAZIONE

Unire i 2 Ingredienti a Pari Quantità Circa in un Mortaio e Pestarli con Movimenti Circolatori. Volendo si può Frullare in un Robot da Cucina. Sconsiglio il Frullatore perchè si corre il Rischio di Ridurre il Tutto in Polvere, il Composto infatti dovrà Risultare Leggermente “Granelloso”.

Si possono Testare Percentuali Diverse secondo Gusti ..

Paolo Cavacece

SE HAI TROVATO L’ARTICOLO UTILE NON RINGRAZIARE FAI UNA DONAZIONE
Studi, Ricerche e Spese per Test e Sperimentazioni sono Esclusivamente a Carico del Sottoscritto in quanto Ricercatore Libero, Indipendente e Non Sponsorizzato da Alcuno, per questo sono Bene Accette Donazioni a Supporto che possono essere Effettuate con:

Bottone
Donazione in Alto a Destra del Sito (PayPal)
Bonifico Intestato a Paolo Cavacece IBAN:
IT47F03268223000EM000089041
PostePay Intestata a Paolo Cavacece CARTA N°:
4023600928539008.

Paolo Cavacece

Non Visito e Non Curo perchè Non sono medico ma Promuovo Semplicemente alcuni Principi dell'Alimentazione Naturale Evoluta dell'Uomo e Faccio Ricerca e Sperimentazione Autonoma circa l'Impatto Glicemico degli Alimenti sul Nostro Organismo ...

Altri Articoli - Sito Web

SEGUIMI
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusStumbleUponYouTube

3 pensieri su “Chips di Patate Essiccate

  1. Enrico

    Come al solito molto interessante
    Io in aggiunta voglio provare anche con barbabietola leggermente sbollentata 2 minuti frullata e essiccata,
    Che ne pensi. Paolo?

  2. Francesca Piazza

    Ciao Paolo,
    E grazie!
    Io ho un essiccatore: secondo te posso provare la stessa ricetta? Sai quante ore ci metteranno le patate a diventare croccanti (saranno croccanti?)?
    Grazie ancora.
    Francesca.

    1. Paolo Cavacece Autore articolo

      Ciao,
      Dipende naturalmente dalla Temperatura di Essiccazione. Mi sembra che anche gli Essiccatori hanno un Range di Temperatura. Altrimenti puoi Provare a 40° per 4 Ore. Dipende anche dallo Spessore di Taglio. Prova e Controlla ogni tanto ..

I commenti sono chiusi.